Buongiorno a tutti dalle CognaTHE’!

Chiacchere, frappe, bugie, frittole e tanti altri! Tanti nomi per uno stesso dolce…. ma per noi sono CENCI!!!!

20180115_082123

Il tipico dolce di carnevale, quello più famoso, che da dopo la Befana inizia ad apparire nei negozi e nei forni!!!!

Noi vi presentiamo oggi una ricetta ben consolidata, quelle ricette preziose, da tenere con molto cura in ogni cucina!

La ricetta è della nonna di Giulia, Rosina!!! Rosina faceva i cenci abbastanza spessi e quindi molto ricchi, ed infatti è così che Giulia li apprezza! Ma basta tirare di più la pasta e fare dei cenci più sottili! 🙂 In base alle preferenze si può quindi personalizzare la ricetta senza problemi!

Chiaramente i cenci sono fritti, e quelli tradizionali, quelli buoni, sono per forza fritti! Si trovano ormai tante varianti cotte al forno, però se dobbiamo mangiarli… noi vi consigliamo di mangiarli fritti! Se infatti bisogna cedere ad un peccato di gola, tanto vale farlo per bene 🙂

Anche Pellegrino Artusi, romagnolo d’origine e toscano d’adozione, non ebbe dubbi sul nome, e quando scrisse la ricetta di questo dolce, li chiamò cenci, senza sottolineare gli altri nomi che prendevano in altre regioni italiane.

Il termine cencio, documentato già dal XIII secolo deriva da brandello, cioè un ritaglio di stoffa.

La tradizione dei cenci, risale all’antichissima preparazione delle frictilia, cioè dolci fritti nel grasso di maiale, che nell’antica Roma venivano cucinati dalle donne in onore delle divinità protettrici della fecondità campestre. Era propio durante il peridodi prima di Quaresima che si facevano queste preparazione, in grande quantità in modo che durassero per tutto il periodo appunto di Quaresima. I cenci nacquero, probabilmente, perl a necessità di avere un cibo nutriente, ma veloce e facile da cucinare!

A questo punto non ci resta che consigliarvi davvero tanto di provare anche voi a realizzare i buonissimi cenci della nonna Rosina!

Cliccate qui per scoprire la ricetta, gli ingredienti e tutto il procedimento!

I cenci di carnevale SOCIAL 10 febbraio

I cenci, anche se fritti, non sono così pesanti, e sono perfetti per merenda! Ma noi, vi sveliamo che li gustiamo anche a colazione!

Proprio per questo è possibile abbinarli davvero con tanti tipi di thè, in base al momento in cui li gusterete! Thè nero o thè verde sicuramente i migliori, ma anche con una tisana andranno benissimo!

Ecco qualche consiglio di qualche abbinamento con cui secondo noi stanno davvero bene:

Speriamo di avervi dati tanti suggerimenti, per gustarvi al meglio i cenci di carnevale!!!!!!

un saluto in dolcezza,

Fede&Giulia