cenci di carnevale, carnevale, ricetta, cognathe, rela, yogi tea, infuso relax, tisana relax
Ricette, Thè, Infusi e Tisane

Cenci di carnevale e una tisana relax per il #carnevalecognathe

Ciao a tutti! Oggi vi presentiamo un’altra ricetta adatta a questo periodo, i cenci di carnevale!
Continuiamo quindi il nostro percorso tra ricette e sapori di carnevale, che potete seguire con il nostro hastag #carnevalecognathe
Un po’ di cenci (attenzione, uno tira l’altro!) e una tisana relax: due ingredienti perfetti per una merenda in questo periodo di carnevale!
La ricetta è ben sperimentata, è infatti della nonna di Giulia, la nonna Rosina!
I cenci di carnevale che realizzerete con questa ricetta saranno sicuramente rustici alla vista, ma buonissimi e sfiziosi allo stesso tempo.
Cliccate qui per scoprire gli ingredienti e i passi da fare per realizzare a casa i cenci di carnevale toscani
Questi dolcetti fritti sono tipici proprio del periodo di Carnevale… in Toscana sono chiamati cenci, ma nelle altre regioni hanno dei nomi diversi….. voi come li chiamate???
Anche se sono fritti, i cenci di carnevale sono più leggeri rispetto agli altri dolci di questo periodo come le frittelle, e quindi vanno benissimo anche per una merenda! Noi li abbiamo uniti ad una tisana relax, della Yogi Tea, proprio per quando li gustate nel pomeriggio!
La tisana relax che vi presentiamo oggi è della Yogi Tea, un buon mix di fiori di camomilla, finocchio, cardamomo,liquirizia, cannella, zenzero, chiodi di garofano e pepe nero. Cliccate qui per scoprire tutti gli ingredienti della tisana e la recensione del blog CognaTHE’.
Attendiamo con curiosità i vostri commenti…e non dimenticate di farci sapere come nei vostri paesi e città chiamate i cenci!!! 🙂
ciao e buona giornata in dolcezza
Fede&Giulia

Potrebbe piacerti...

15 commenti

  1. Allora i cenci da noi, in Romagna, prendono due nomi diversi: chiacchiere oppure fiocchetti!
    Io li ho sempre chiamati fiocchetti, perché vengono stretti al centro, per cui prendono proprio la forma di un piccolo fiocco.
    Anche da noi si friggono, seppure negli ultimi anni in molti hanno iniziato a proporli con la cottura al forno. Però, dato che non è un dolce che si mangia sempre, io sarei per mantenere il fritto…”originario”!
    Bella l’idea di abbinarli ad una tisana 😉
    A presto,
    Claudia B.

    1. CognaTHE' dice:

      anche qui da noi spesso si trovano cotti in forno…ma se proprio vanno mangiati..a quel punto scegliamo quelli fritti e via eheheh

  2. Da noi si chiamano chiacchiere e la ricetta originale è un po’ diversa, io però la faccio a modo mio 🙂

    1. CognaTHE' dice:

      Stefania, considera che questa è una ricetta davvero rustica… poco articolata ma per arrivare diretta al punto 😉

  3. Anche da me si chiamano cenci, ovviamente, perché sono toscana. Voi di dove siete di preciso?? Non sono i miei dolci di carnevale preferiti, però con una buona tisana ci stanno! 🙂

    1. fede dice:

      Noi siamo di Firenze 🙂 te di dove sei?

  4. Chiacchere per me e per il mio ragazzo galani,!!! 🙂 buonissime e poi le ricette della nonna sono le migliori…in piu anche la mia nonna è nonna Rosina! 😉 <3

    1. CognaTHE' dice:

      che bello, un’altra nonna Rosina!!! <3

  5. Eccoci! Come hanno già detto le altre liguri 😉 da noi si chiamano chiacchiere! Io, ahimè, friggo poco…ma se qualcuno me le offre, non so dire di no 😂

    1. CognaTHE' dice:

      eh davvero friggere è davvero complesso, specie in appartamento!!! però per i cenci, questo e altro! 🙂

  6. Da me si chiamano lattughe e ne ho mangiate un po’ giusto qualche giorno fa. Sono troppo buone. Assolutamente fritte, tanto si mangiano talmente poco… 😉

    1. CognaTHE' dice:

      sì sì …decidamente fritte!!! 🙂

  7. dice:

    Da noi a Bologna si chiamano sfrappole! 🙂

    1. CognaTHE' dice:

      sfrappole non lo avevo mai sentito! Grazie!

  8. CognaTHE' dice:

    Grazie a tutte per i vostri commenti.. riassumento quindi per ora abbiamo:

    cenci
    chiacchiere
    galani
    fiocchetti
    lattughe
    sfrappole

    stessi dolci… tanti nomi 🙂

I commenti sono chiusi.